Ci Consenta… #1

25289695_132311157450076_2145512037046135177_nVenerdì 8 dicembre, ore 19:30. Prima puntata de “Ci Consenta…” il nuovo format di Rete Civile – Movimento di Cultura Politica. Un raccolto dei fatti della settimana, i più importanti. Spaziando dalla politica, alla cronaca, alla cultura in generale. Uno scambio di informazioni. Un dialogo tra noi e voi, il pubblico di Facebook, i cittadini del mondo. Partendo dalla politica internazionale, (es. Trump vs Israele), fino ad arrivare a quella nazionale e, infine, locale, (es. caso ILVA).

  • Il presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, ha riconosciuto Gerusalemme capitale di Israele, per favorire, secondo il presidente statunitense, la pace tra i due popoli. StoricameTrump1nte, la capitale ebraica era stata Tel Aviv, anche se non riconosciuta dalla comunità europea e, soprattutto, dagli USA.  Gerusalemme, per il suo ruolo nella storia, dovrebbe, in teoria, favorire la riunificazione delle due fazioni in lotta e gli Stati Uniti dovrebbero intervenire come mediatori. Questo è l’obbiettivo.
  •  Qual è, invece,  la realtà:
  • questa mossa è stata duramente criticata da molti personaggi di spicco della comunità israeliana, soprattutto da Khaled Diab e da Edgar Keret.
  • Khald Diab, giornalista, scrittore e blogger, è autore di diverse pubblicazioni, tra le quali “Islam for the politically Incorrect”. “Mossa che infiamma ed unisce tutte le fazioni contro Trump” queste sono le sue parole contro la mossa della casa bianca; aggiunge, inoltre, che la Palestina dovrebbe abbandonare il sogno di indipendenza e proseguire la sua lotta per le parità dei diritti civili nella comunità internazionale.
  • Edgar Keret è uno tra i maggiori scrittori israeliani. Di origini polacche, è figlio di due sopravvissuti all’Olocausto. Tra i suoi libri “Sette anni di felicità” e “All’improvviso bussano alla porta”. Trump e Gerusalemme non c’entrano nulla con i problemi della Palestina. I veri problemi mondiali sono la corruzione dei politici iraniani e la costruzione delle nuove basi militari russe in Egitto. Trump con questa mossa cerca solo di deviare l’opinione pubblica dai suoi accordi con la Russia.

Anche l’Europa non se la passa tanto bene. infatti, Mr. Eurogruppo resta disoccupato. e arriva la consulenza da €14500:Mr eurogruppo.jpg

  • il fondo Salva stati Esm di Lussemburgo, è un fondo finanziario fondato dai governi dell’eurozona, durante il periodo di crisi per aiutare i paesi in difficoltà economiche (ad oggi ha risollevato l’Irlanda, il Portogallo e la Grecia). Pochi giorni fa è intervenuto, però, per risollevare le condizioni economiche di un singolo cittadino, il presidente olandese dell’eurogruppo, Dijsselbloem. Il presidente, infatti, è stato assunto temporaneamente come “consulente strategico” e con uno stipendio mensile di circa €14500. In passato si era reso noto al pubblico italiano insultando il sud Italia di aver aumentato il debito pubblico, sperperando soldi in “vino ed alcol”. Che dire… con tutti quei soldi anche lui potrà darsi alla pazza gioia!

In Italia, invece, la situazione è molto più critica. Blitz di Forza Nuova nella sede di Repubblica. Il presidente Mattarella ha espresso “solidarietà a tutti i giornalisti di Repubblica e Espresso per il fatto accaduto”.

Un blitz nella sede di Repubblica di un gruppo di fascisti, muniti di maschere bianche e cartelli con su scritto “BOICOTTA ESPRESSO E REPUBBLICA”.Blitz rep

Poi la rivendicazione sulla pagina Facebook di Forza Nuova: “oggi è stato solo il primo attacco contro chi diffonde il verbo immigrazionista… sappiamo che non gli daremo tregua, li contesteremo ovunque”.

Roberto Fiore, leader storico del movimento, ha dichiarato su Ansa: “è il primo atto di una guerra politica contro il gruppo l’Espresso e contro il PD”.

“Il PD continuerà a lavorare contro atti di fascismo come questo” avverte il segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi.

Anche Beppe Grillo si è espresso su Twitter: “Si può non essere d’accordo con la linea editoriale di un giornale, ma blitz fascisti e squadristi come quello di Forza Nuova non hanno giustificazioni”.

Infine, arriviamo a parlare del suolo tarantino.

  • Caso ILVA: gelo con PD. Renzi “Io non apro bocca, nessuno mi ha chiesto aiuto”.
  • Melucci, in conferenza stampa con Emiliano, dopo incontro con ministro Calenda: “Clima disteso e ci sarà tavolo per Taranto sul caso ILVA”. Si parlerà, ha spiegato il sindaco di Taranto, di sviluppo del fondo sociale per Taranto che prevede 30 milioni di euro a sostegno dei giovani. Un centro di ricerca che Mittal vuole sviluppare qui, investendo per farlo diventare l’eccellenza per carbon free. Un miliardo e 80 milioni di euro per la bonifica che l’amministrazione straordinaria impiegherà, oltre al miliardo e duecento che investirà Mittal sulla parte ambientale e dei provvedimenti a favore dell’indotto.
  • Dubbi su €107000. Sotto inchiesta il direttore della Caritas Diocesana di Taranto, don Nino Borsci, per il progetto Sprar di Massafra.
  • Statte: scontro mortale. 2 morti e 2 feriti sulla strada che collega Statte, Crispiano e Massafra. Il sindaco Andrioli: “strada maledetta! Troppe curve e troppo stretta! Da rimettere a posto.”
  • Per sensibilizzare i giovani alla sicurezza stradale è stato proposto il progetto “TuTour” della fondazione ANIA (Associazione Nazionale per le Imprese Assicuratrici), in collaborazione col Ministero per l’istruzione, università e ricerca. Un progetto che coinvolgerà più di 9000 studenti di 9 scuole sparse per il suolo italiano.
  • è stato inaugurato, infine, il nuovo ospedale di igiene mentale e alimentare, con reparto di neuropsichiatria infantile e psicologia. L’ex monastero delle Clarisse ospiterà la struttura, inaugurata dal sindaco Rinaldo Melucci, il Presidente della regione Puglia Michele Emiliano e dal direttore generale dell’ASL Jonica Stefano Rossi. Il progetto è stato finanziato dai fondi FERS (fondo europeo di sviluppo regionale) ed è costato poco più di 4 milioni di euro. Ai giornali, Emiliano ha dichiarato: “In Italia non c’è posto più bello”. Ospedale mentale taranto

Presidente Emiliano e caro sindaco, a quando una struttura per i giovani studenti tarantini?

P.S: Venerdì 15 dicembre, alle ore 19:30, ci vediamo in diretta Facebook sulla pagina Rete Civile con “Ci Consenta…#2”. Non mancate! Vi aspettiamo!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Danilo Leone

Segretario Rete Civile – Movimento Cultura Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...