Pass Laureati – il bando della Regione Puglia

Si è mosso nel programma europeo di specializzazione delle professioni il bando “Pass laureati”, attivato dalla regione Pugliaper sostenere gli sforzi dei giovani che abbiano il desiderio e la necessità di intraprendere un percorso di formazione dopo l’università, andando a rafforzare il proprio profilo sia a livello culturale che professionale. I pass rappresentano già l’evoluzione di quanto sarà in Europa in questi anni, caratterizzandosi come una misura che partirà dal 2020.

Già con Pass Imprese si è dato avvio all’erogazione di incentivi economici individuali per finanziare attività formative di imprenditori e lavoratori, mentre oggi si prosegue con Pass Laureati, in un progetto che favorirà i neolaureati per la formazione post-universitaria, coerentemente alla Strategia Europa 2020 con obiettivioperanti per la smart specialization strategy della regione Puglia.

La misura Pass Laureati è stata illustrata dall’assessore alla Formazione e all’Istruzione della regione Sebastiano Leo. «Intendiamo – ha sostenuto l’assessore– promuovere i progetti individuali di ciascun giovane meritevole, attraverso l’erogazione di risorse a rimborso totale o parziale delle spese di iscrizione per la frequenza di Master Universitari in Italia e all’estero. Ritengo essenziale per una regione come la nostra, che si propone di essere la locomotiva del Meridione, sostenere tanto finanziariamente quanto tecnicamente l’acquisizione di ulteriori e più elevate competenze in un segmento già altamente scolarizzato della gioventù pugliese, che merita di vedere tutelato e valorizzato il suo diritto all’alta formazione».

Una misura che promuoverà l’accesso ai master post laurea sia di primo che di secondo livello, promossi dalle università italiane e straniere, sia pubbliche che private, riconosciute dall’ordinamento italiano. Tra gli altri questa misura prevede anche il sostengo di specifici percorsiASFOR, EQUIS o AACSB riconosciuti dall’Association of MBAS (AMBA) degli istituti che si occupano di alta formazionesia a livello privato che pubblico. Si potrebbe con questa misura sviluppare un investimento di 10 milioni di euro, favorendo i giovani nel mettere in circolo le proprie energie. Le risorse destinate ai laureati daranno ulteriore valore allo stesso percorso formativo personale ed al valore umano di ciascuno in modo che le competenze possano essere poi reinvestite sullo stesso territorio.

Egidio Pignatelli 

Responsabile Economico Rete Civile 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...