C’è ancora molto da attendere?

Il S.S Annunziata, l’ospedale centrale di Taranto,  al centro del mirino della cronaca nazionale; questa volta vedendo coinvolta sciaguratamente  una donna anziana aggredita brutalmente da un uomo ( a posteriori) di dubbia sanità mentale, che si aggirava con aria agitata nell’astanteria e che dopo aver commesso l’efferato omicidio, si dilegua dalla struttura. Fortunatamente il crimine  è stato videofilmato tale da permettere ai poliziotti della squadra mobile di inchiodarlo.
Per porre rimedio alle diverse inefficienze non dobbiamo attendere il verificarsi di questi spiacevoli e oltraggiosi avvenimenti, ma dobbiamo e avremmo dovuto, rammendare tempestivamente tutte le varie toppe  che sono avviluppate al sistema sanitario locale. Molteplici sono stati negli anni gli episodi incresciosi  che hanno caratterizzato particolarmente la malasanità Tarantina. Come ad esempio i vermi che furono ritrovati sui pavimenti dei bagni di alcune stanze del reparto di rianimazione, che spinse i militari del Nas, a presentare una denuncia in procura. Il topo filmato a girovagare liberamente nel presidio ospedaliero testimonianza di una chiara ed evidente trascuratezza e strafottenza della direzione medica nei confronti del loro stesso posto di lavoro.
E  come non dimenticare le  estenuanti attese, che credo molti di noi abbiano vissuto  su quelle sudicie sedie del pronto soccorso di Taranto. Una vigilanza sempre più farlocca e opinabile, tale da traghettarci con amarezza a quest’ultimo e malaugurato fatto di cronaca. E in tutto questo esecrabile e vomitevole calderone, i vari riordini perorati e legiferati dal governatore della puglia On. Michele Emiliano, mi procurano soltanto preoccupazione e solidarietà per tutti quei medici, infermieri e pazienti che subiranno in silenzio un malocchio che non potranno scacciare.
Rileggendo questo articolo credo che tutti si immedesimeranno nell’androide ROY BATTY tratto dal film BLADE RUNNER quando pronunciò: “Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi”. Ecco…. Noi di cose ne abbiamo viste e MOBASTA.
OSCAR LA GIOIA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...